Il%20consigliere%20della%20Divisione%20A
WhatsApp Image 2020-09-12 at 14.04.29.jp

La Squadra

Alessandro

Di Berardino

Nato a Colonnella (Te) il 04-01-1967

Istruzione

Diploma Odontotecnico

 

Abilitazioni sportive

Allenatore Giovani Calciatori

Allenatore Calcio a 5

Allenatore Uefa B

 

Attività da Calciatore

Professionista (A – C2)

Dilettante calcio ( 1 Categoria - Promozione – Interregionale)

Dilettante calcio a5 (A – B)

 

Attività da Allenatore

Calcio a 5 (A – A2 – B – U21 – Juniores – C1 – C2 – Cfem)

Calcio (1 Categoria)

SGS (Giovanissimi Reg. - Allievi Reg.)

Attività da Responsabile Scuola Calcio

Calcio (Promozione - 1 Categoria)

Calcio a 5 (A – A2 – C)

 

Attività da Selezionatore

Tecnico Comitato Regionale Abruzzo

 

Attività da Dirigente Sportivo

Calcio (Promozione – 1 Categoria)

Volley (C Femminile – Scuola Volley)

 

Attività da Dirigente Federale

Responsabile Regionale Calcio a 5 Abruzzo

Reggente Attività Calcio a 5 Puglia

Consigliere Nazionale Divisione Calcio a 5

Una esperienza nel mondo federale profonda, radicata. L'esempio evidente di operatività, di impegno sul territorio, di programmazione funzionale. Alessandro Di Berardino diventa punto di riferimento - per qualità e costanza d'azione - in Abruzzo, dove è Responsabile Regionale per 4 anni. Una esperienza che parte come allenatore delle rappresentative e che – successivamente da responsabile - lo vede centrare obiettivi che hanno il sapore di primati. A lui si deve, tra gli altri, il progetto ''Mettiamoci in gioco'' realizzato presso la casa circondariale di Lanciano con la prima squadra di calcio a 5 di detenuti a partecipare ad un campionato di Serie D, miglior progetto sociale per la LND tanto da essere premiato. Dalle esperienze nel Comitato Regionale, Di Berardino acquisisce la capacità del contatto diretto con le società, un'esperienza che trasferisce in Divisione dov'è Consigliere nel quadriennio 2016/2020; la sua capacità di gestione diventa preziosa e fondamentale tanto da meritare la delega ai rapporti con i Comitati Regionali.

 

Di Berardino, cosa le ha insegnato la sua esperienza in Comitato regionale e cosa ha portato di quella esperienza in Divisione?

''Ho cercato di introdurre in Divisione innanzitutto il mio concetto di UNIFORMITA', dunque attività e regole tecniche uguali per tutti. Ho, con molta determinazione, puntato ad un rapporto costante con i comitati regionali che rappresentano la base del nostro sport. Ho cercato con loro la strada del dialogo, superando antagonismi, veicolando il ruolo di collaborazione e di supporto che – invece – compete alla Divisione. Il tutto non senza incontrare resistenze o difficoltà ad ogni livello, soprattutto nell'ultimo anno e mezzo, ma perseguendo sempre sulla strada degli obiettivi prefissati''.

Progettualità. È questa la parola chiave che racconta Alessandro Di Berardino. La propensione a mettere in opera idee concrete e realizzabili, capaci di durare nel tempo e col tempo crescere. Tra quelle da consolidare i riflettori sono puntati innanzitutto su attività giovanile e Femminile. Programmi ambizioni che nascono e crescono in un'ottica di miglioramento. Tutto ben delineato e con finalità dai contorni chiari.

Di Berardino, ci racconti.

''Il mio primo obiettivo è quello di organizzare un Campionato Nazionale Under 17 ed Under 19 che preveda la promozione e retrocessione dai campionati regionali. Mi spiego meglio. Nel Campionato Regionale chi dovesse vincere passerebbe, nella stagione successiva, al Torneo Nazionale e viceversa. L'obiettivo è migliorare e facilitare la strada alle piccole realtà. Pur restando il vincolo della obbligatorietà della squadra Under 19, diamo la possibilità legittima alle società di scegliere a quale campionato partecipare se regionale o nazionale.

Anche per il femminile, la necessità è quella di partire dall'attività giovanile e ragionare con i comitati regionali. La rappresentativa Under 15 è stata fortemente voluta proprio per questa funzione, innanzitutto promozionale ma anche per creare una sorta di filiera con la Nazionale Maggiore. Abbiamo fatto un duro lavoro, scegliendo uno staff di qualità, selezionando 78 ragazzine, portandone 15 al torneo internazionale di Montesilvano e togliendoci grandi soddisfazioni. Così come grandi soddisfazioni mi ha regalato l’idea, poi risultata vincente, del campionato nazionale sperimentale Under 19 vinto dalla Lazio nella stagione 2018/19 e nel 2019/20 bloccato alle fasi finali.

Il mondo del Femminile va ridisegnato. La mia idea è introdurre la Serie B, una categoria intermedia, interregionale, che accorpi regioni (limitrofe?) di prossimità e gestita dai comitati a rotazione, sull’esempio di quello che già avviene, per alcune categorie, nei comitati di Trento e Bolzano ''.

Perchè un progetto sia vincente, deve essere riconoscibile. Perchè una squadra possa essere competitiva, c'è necessita che si ponga obiettivi e li concretizzi con scadenze certe. Quello che racconta Alessandro Di Berardino ha tutte queste caratteristiche. E' lungimirante ed ambizioso fino a pensare alla realizzazione di un Centro Tecnico Federale di Calcio a 5, una Coverciano del Futsal, con strutture già individuate e disponibilità già raccolte.

Di Berardino, quali saranno le prime tre priorità da affrontare una volta che il nuovo Presidente e la sua squadra si saranno insediati?

''Numero uno. Ammodernamento della Struttura della Divisione per rendere gli uffici più pratici, più smart coma va di moda dire oggi, e promozione di un servizio di ''Pronto Divisione'', attivo nei giorni di gara e pronto a risolvere nell'immediatezza le esigenze e problematiche delle società. Numero due. Rivedere, fino ad eliminare, le obbligatorietà a vantaggio delle Premialità. Le società che dimostrano di sposare progetti con serietà - soprattutto legati al mondo giovanile e delle scuole calcio - vanno premiate. Abbiamo già individuato una tabella meritocratica basata su criteri certificabili. Numero tre. Creare Consulte e Tavoli di Lavoro, le prime per un rapporto intimo e di trasparenza con le società, i secondi promuovendo uffici di ricerca e sviluppo''.

We For Futsal

#WFF

info@weforfutsal.com

  • Fb
  • IG