Il%20consigliere%20della%20Divisione%20A
Maruccia_edited.jpg

La Squadra

Marcello

Maruccia

Nato a Taranto

il 05/02/1968

Istruzione
Maturità classica conseguita presso il Liceo classico Archita di Taranto
Laurea in Scienze politiche conseguita presso l’Università degli Studi di Torino

Abilitazioni sportive

Allenatore di calcio a 5 conseguita nell'anno 2005


Attività da Calciatore

• Periodo 1984 – 1988 Settore giovanile Beretti e Primavera Taranto Football Club
• Stagione sportiva 1988 – 1989 F.C Magna Grecia Taranto (campionato di eccellenza)

• Stagione sportiva 2001/2002 Serie D Lecco calcio a 5

• Stagione sportiva 2002/2003 Serie C2 Lecco calcio a 5

• Stagione sportiva 2003/2004 Serie C1 Lecco calcio a 5

• Stagione sportiva 2004/2005 Serie C1 Nibionno Futsal

 

Attività da Dirigente

• Stagione sportiva 2006/2007 direttore generale Team Eurosogein (Serie D)
• Dal 2007 al 2009 direttore generale del Saronno calcio a 5 (Serie C1 e Serie B)
• Periodo 2009/2018 (incarico in corso) direttore Generale Lecco calcio a 5
• Stagione 2018/2019 Portavoce territoriale Divisione calcio a 5

Un “Uomo di campo”, così ama definirsi Marcello Maruccia, aperto al confronto, propositivo, con una spiccata dote a pianificare e sviluppare progetti e farlo in una dimensione di squadra, di costante e meticolosa attività di ricerca e collaborazione.
 

Maruccia, qual è la sua idea di Futsal, come pensa di poter inquadrare la sua candidatura, in che direzione intende incanalarla?
“La verità è che mi sento lontano da carte, e scrivanie, dal far politica nel senso stretto del termine. Adoro - invece - sentire l’odore del parquet, vivere l’emozione del campo, pianificare progetti e farlo insieme ai miei tanti, per fortuna, amici dirigenti di società. Mi piace confrontarmi, mettermi sempre in gioco. Nella mia seppur breve esperienza “Istituzionale” quale portavoce nella governance del Presidente Montemurro, ho cercato di essere quanto piu’ possibile vicino ai club, mettendo a loro servizio la mia conoscenza, supportandone le loro richieste, aiutando ove necessario o mi fosse richiesto, portando a conoscenza dei vertici della Divisione problematiche, programmi, idee. E questo è cio’ che voglio continuare a fare approfittando dell’esperienza maturata, cercando di crescere e migliorare, ancora. Sono convinto che bisogna lavorare insieme alle società. Ne abbiamo diverse di eccellenza anche nelle categorie minori nelle quali vi sono anche dirigenti preparati, volenterosi, appassionati e noi dobbiamo essere bravi nel coinvolgerli attivamente nel progetto, essergli vicino, farli sentire parte integrante del sistema perché sono loro che, principalmente con la loro passione, permettono che questo sport guardi lontano e possa ancor più maturare”.

Un sistema nel quale fare sistema. È questa la chiave per svoltare ed ingranare le marce alte secondo Maruccia che punta sul rispetto dei ruoli e insiste sul concetto di FORMAZIONE, ad ogni livello.
 

Maruccia, formazione innanzitutto ma non solo. Quali sono le ulteriori chiavi utili a consentire al Futsal italiano di affermarsi nel panorama nazionale ed internazionale e dare un’idea nuova, dove le parole d’ordine siano professionalità e programmazione?
“Lavorare nel rispetto dei proprio ruoli è il punto di partenza, seguire la strada della formazione, il cammino da tracciare; formazione innanzitutto dei dirigenti, affinchè anche i meno esperti in materia, possano crescere, migliorarsi e di conseguenza aiutare a far crescere le proprie società. Sono anche convinto che ogni Regione debba essere rappresentata e presente in questo sistema. La squadra a sostegno del nostro candidato Presidente ne è un esempio poiché di fatto rappresenta tutto lo stivale, ma non basta.
Ulteriore obiettivo che mi propongo è quello di sviluppare, considerando che primario sarà il lavoro per l’espansione della VISIBILITÀ, un ufficio marketing adeguato all’istituzione che mi auguro di poter onorare di rappresentare e cioè la nostra Divisione calcio a5. Un ufficio che abbia personale competente, preparato, già esperto nel settore e che si dedichi unicamente alla ricerca di nuove ed importanti partnership e/o che sviluppi progetti nuovi o punti a rilanciare idee esistenti ma sottovalutate. Di questi ultimi uno su tutti il Cashback che potrebbe garantire alle società importanti indiretti introiti. Ho una mia idea su come svilupparlo per renderlo a misura perfetta per tutte le nostre società. Bisogna quindi reperire nuove risorse sia perchè non si può pensare di andare avanti solo con le entrate derivanti dalle iscrizioni e sia perché bisogna sviluppare nuovi piani d’azione. E poi, investire nelle premialità, nelle creazioni delle rappresentative nazionali, ed in tutte quelle situazioni che possano portare aumento della visibilità”.


Maruccia, ci sintetizza quali debbano essere - dunque - le prime tre priorità da affrontare quando la nuova governance si sarà insediata?
“Progettualità, progetti concreti e realizzabili, nati da un’idea comune e messi in opera in un’azione di squadra.
Organizzazione, che parta dal basso e ad ogni livello della piramide.
Investimenti, focalizzati ed oculati che mirino alla crescita esclusiva del sistema e che viaggino in una dimensione di totale trasparenza”

We For Futsal

#WFF

info@weforfutsal.com

  • Fb
  • IG