• Fabiana Di Nardo

IL FUTSAL SI È FERMATO AD EBOLI



Il calcio di Provincia ha un sapore particolare. È suggestione. È senso di comunità, è quel perenne affanno che unisce sacrifici e passione. È ritrovarsi, condividere, soffrire insieme, sudare insieme, gioire insieme. È quello dei campi di terra battuta, del tifo più genuino, sanguigno, dove ogni successo, ogni piccolo traguardo raggiunto, diventa un trofeo per ognuno, di tutti. Il calcio di Provincia non ha lustrini, ma luccica uguale, brilla da solo senza bisogno di paillettes.


Ora, bloccate questa fotografia nella mente, fatene un fermo immagine e dategli un nome nel Futsal. Quel nome è EBOLI, Feldi Eboli.


Una realtà di provincia capace di esibire con vanto la sua identità fino a rompere ogni tabù e diventare Capitale. Sì. Capitale. Eboli insegna. A partire dalle strutture sportive, dai rapporti da costruire e consolidare con le istituzioni territoriali, insegna come si possano misurare gli “investimenti” e arrivare a raggiungere risultati importanti. Eboli insegna come il capitale umano - puntare su qualità e competenze - sia una risorsa. Imprescindibile.


Ma c’è una cosa più delle altre che la Feldi insegna, come si fa COMUNICAZIONE.


Quella incisiva, ricercata, di spessore, efficace. Nell’idea, nella costruzione, nella messa in opera, nel lancio. Innovativa, sempre. Sempre puntuale. Coinvolgente ed accattivante, nella forma, nei colori, nei testi. Insomma, qualcosa di veramente bello da guardare.


La Provincia che insegna come si costruisce e si veicola un marchio. Un marketing fatto come si dovrebbe. Dall’idea della mascotte, ai cartonati del PalaSele - quelli che hanno viaggiato in giro per l’Italia - al coinvolgimento diretto dei tifosi. Fidelizzazione con la piazza. Concetto semplice, difficile da applicare il più delle volte. La comunicazione della Feldi, rompe e si discosta dalla ridondanza che troppo spesso si vede in giro sui social. Dalla griglia di partenza sul modello formula uno dello scorso anno, al “gira la ruota” del mercato di quest’anno. Guardi e non ti stanchi. Al contrario. Quasi aspetti il post successivo. Con curiosità e suspense. A tratti colorita, ma anche questo non sembra essere un caso. Ma frutto di uno studio attento.

Del resto la Provincia è proprio quella dai mille colori ed altrettanti suoni. Che non sanno di frastuono, ma che - messi insieme - creano un coro armonico. Alla fine, basta poco. Scegliere le persone giuste, con le giuste competenze, gente del mestiere per dirla alla spicciola… e il gioco è fatto.


La lezione arriva dalla Provincia, alla cattedra siede l’Eboli. Chapeau!


Fabiana Di Nardo

per We For Futsal











126 views