• Fabiana Di Nardo

Spettacolo Napoli. Manita all’Olimpus e su la Coppa Italia

Updated: Apr 19

Cinico e spietato. Concreto e pulito. Insomma, perfetto. La più classica delle partite da manuale. E’ un Napoli senza sbavature. Che vince di testa e personalità, nell’impostazione della gara e col suo indiscutibile talento.




La Coppa Italia di A2 resta in Campania. Due anni fa, ad alzare il trofeo tricolore in quel di Asti fu la Sandro Abate Avellino. Oggi tocca al Napoli di Basile. Che merita, stramerita, a tratti umilia gli avversari. Mai in gara. Perennemente in affanno. Con poche idee e pure confuse. La squadra di D’Orto sempre a rincorrere, dalla prima perla confezionata da un magistrale Hozjan. Mai capace, il roster capitolino, di raddrizzare il tiro, di ritrovarsi. Il Napoli è una macchina da guerra. Ordinata, assetata dal primo all’ultimo secondo di gioco. I record dei campani in Campionato, tutti legittimati in 40’ di match. La qualità dei singoli e la forza del gruppo. Non manca nulla alla squadra azzurra. E la gara conferma come il talento resti talento anche oltre la condizione atletica. Adriano Foglia ne è la testimonianza. Che gol il suo! Una rete, quella del 2-0 che unisce l’intelligenza, l’esperienza, allo stile. E poi la grazia di Fortino. Mvp di questa finale. Immenso. Agonismo e classe a servizio dello spettacolo del Futsal. Segna Fortino, piazza l’assist per Renoldi per il parziale 3-0, è Onnipresente.


La gara conferma come il talento resti talento anche oltre la condizione atletica. Adriano Foglia ne è la testimonianza. Che gol il suo! Una rete, quella del 2-0 che unisce intelligenza, esperienza e stile. E poi la grazia di Fortino. Mvp di questa finale. Immenso.

L’Olimpus sbaglia anche il ritorno sul parquet nella ripresa. Quanto il cronometro segna 16’47’’, sul 4-0, gioca la carta del portiere di movimento. Prova a riportarsi in carreggiata, quanto meno a tentare il tutto per tutto. Ma nulla. La giornata è storta, la gara non gira.


Il Napoli cala il pokerissimo di gol e alza la Coppa Italia.


Risultato pesante. Probabilmente - guardando al valore dell’Olimpus Roma, al campionato giocato, alla promozione raggiunta con quattro giornate di anticipo - troppo, troppo severo. Eppure questa finale ci restituisce due grandi protagoniste per la prossima stagione di A. In grado, senza dubbio alcuno, di alzare il livello del massimo campionato. Oggi festeggia il Napoli. Con merito. E’ sua la passerella. Il Pala Savelli si veste d’Azzurro. Al cielo la Coppa!


Fabiana Di Nardo

per We For Futsal






88 views